Mi presento: sono la Madonnella di Pitino




PICCOLA NOTA PER I GUERRIERI DEL BREVETTO KOM Pitino non è mai stata battuta dai ciclisti come quest'anno. Manco solo io. L'ultima volta la salita della Madonnella era in buone condizioni, ma una pioggia estiva può cambiare rapidamente le condizioni del fondo.
Per chiarire: il segmento valido è questo: https://www.strava.com/segments/10707566. In questo caso, se girate a sinistra potete tornare a valle attraverso l'asfalto. (https://www.strava.com/segments/8294578)
Se volete arrivare al Castello e aggiungere altri 250 m tanto meglio, vi consiglio anche di fare un giretto intorno alle mura. Però venire giù dalla torre diventa impegnativo, vi consiglio di scendere per lo stesso tratto che avete fatto a salire, sebbene sia contromano, perché la strada "giusta" ha una curva sterrata al 25% che fa un po' paura



La 6° tappa del Giro d'Italia 2012, al km 124.3, affronterà il GPM "Madonnella di Pitino". Da lì inizierà l'ormai tradizionale tratto di strade bianche. Ma quest'anno sarà diverso da quelli di Montalcino e di Orvieto.
Per capirci, questo  a destra è il biglietto da visita: è una salita sterrata che conosco bene, e che faccio fatica a immaginarmi come punto di transito di una corsa come il Giro. 
L'altimetria, che sono felice di vedere ripresa in molti siti stranieri, l'ho disegnata io sulla base della tavoletta IGM 1:10000 e non è esagerata:
Si tratta una salita ripidissima e, relativamente, lunga, anche se i ciclisti saliranno "solo" fino alla Madonnella (quota 530.8 slm). 

Sarà un passaggio delicatissimo non solo per le pendenze, ma per la carreggiata stretta, per la difficoltà di rimontare in sella, se qualcuno, malauguratamente, fosse costretto a poggiare il piede a terra (a me è successo due volte su due). Probabilmente le ammiraglie sarebbero dovrebbero essere deviate sulla parallela salita che porta in loc. Cappella di Pitino, da dove il percorso prosegue verso nord, fino al Passo della Cappella. (che e poi sarebbe il Colle San Lorenzo della Fondo Leopardiana, ma affrontato da un severo versante, anch'esso sterrato, che conosco solo sulla mappa).







Su Strava.com c'è già qualche tempo e sono è più o meno simili ai miei



per ora una gallery di foto tratte da flickr e panoramio; ©Kristina81, ©zaphod.noel ©pix grafico ©Marco Lorenzetti, ©fotogim











Commenti