La Lama di Vallemontagnana - Difficoltà della gloriosità

(C) da smilzonblog.blogspot.it
Ogni luogo ogni marchio sul paesaggio / è una condanna per il Testimone / (corridoi di occasioni perdute/lacune di visite e viste / che avrebbero potuto divenire visioni) / ma ogni luogo ogni marca di paesaggio / ogni scorcio (sghembo, angusto, tagliente) / di quella che lui osa sotto voce ancora chiamare “bellezza” / è una concessione gloriosa al suo tempo di vita. / Il ritmo inevitabile di questo su-e-giù del cuore lo lascia stordito più ancora che stupito.
Vallemontagnana è una frazione di Fabriano tra le più nascoste. E' costituita da una chiesa e da piccoli agglomerati di case sparsi su un golfo di roccia sul versante occidentale di una montagna dal nome ridondante e ossimorico di Monte Valmontagnana, nota meno per la sue altezze (930 m s.l.m.) che per le sue profondità: è il monte che nasconde le Grotte di Frasassi. 
Di Vallemontagnana e del suo monte si occupano diversi siti di MTB, perché la zona, compresa nel Parco Regionale della Gola della Rossa, punteggiata di borghi abbandonati, ricca di vertiginosi strapiombi e traversata da una fitta rete di sentieri ben si presta alle ruote larghe. (a proposito consiglio l'itinerario di Vado in bici del prof. Paolo Urbani, che purtroppo non conosco se non per fama,  e il fotoracconto su Smilzonblog.blogspot.it)
Chi si muove in auto, invece, non ha la possibilità di vedere altro che il nome del paese scritto su poche frecce azzurre; le case di Vallemontagnana non sono visibili dalle strade asfaltate che corrono lungo la valle del Sentino e dell'Esino: a nord, la strada della Gola di Frasassi e, a est, la SS76 sono state costruite dall'altra parte del Monte. A ovest la bella SP15 di Collegiglioni è coperta dalla collina chiamata la Lama.
Proprio sulla cresta di questa collina corre la strada ancora bianca, anzi ancora rosa, di cui si parla in questo post.
Non c'è paragone tra gli affacci sull'abisso di Frasassi consigliati dai siti dei biker e l'umile strada della Lama, però c'è un fascino di queste terre nascoste che spero di riuscire a fare emergere.  Vallemontagna non è certo fuori del mondo, è a solo 6 km da Fabriano, ma fa impressione pensare che sulla strada dall'altra parte del monte sfrecciano a 100 km/h migliaia di auto al giorno, che anche il traffico locale si sposta tra Sassoferrato, Genga e la Città scegliendo altre strade. Per gli uomini in auto questa valletta nascosta è un nudo nome e Vallemontagnana quasi una città perduta.
Ma per chi di qui ci passa è ogni curva e ogni casa dietro la curva è una sorpresa.  A questo proposito mi è tornata tra le mani la poesia che appare in epigrafe a questo post. L'autore è Paolo Valesio che è stato un mio insegnante in un corso d'eccellenza all'università, Teoria e prassi della composizione poetica mi pare. Di quel corso non ricordo niente, se non un piacevole discorso proprio sui luoghi dimenticati dell'Appennino a fine lezione.    
Ogni luogo ogni marchio sul paesaggio
è una condanna per il Testimone
(corridoi di occasioni perdute lacune di visite e viste
che avrebbero potuto divenire visioni)
Niente in effetti giustifica l'idea di passare di qui, non un monumento non un panorama, non un risparmio di tempo. Anzi passare di qui significa esattamente il contrario: significa sporcare la macchina, allungare il cammino, prendersi del tempo per sé, fare le cose proprio perché non c'è un motivo vero per farle. Che poi è il motivo per cui si sceglie di montare in sella.
ma ogni luogo ogni marca di paesaggio
ogni scorcio (sghembo, angusto, tagliente)
di quella che lui osa sotto voce ancora chiamare “bellezza”
è una concessione gloriosa al suo tempo di vita.
Paolo Valesio

Start: Ponte dei Tre Fossi SP15
Distance: 2.7 km
Elev. Gain: 230 m
AVG Grade: 9 %
Max Grade: 13 %
Min Elevation: 270 m
Max Elevation: 500 m



Il punto di partenza non può essere che S.Vittore. Una provvista di bellezza prima di partire è sempre utile. Si percorre tutta la strada della Gola di Frasassi. Arrivati a Pianello di Genga si gira sx dopo lo stabilimento della Merloni e si pedala fino alla confluenza sulla SP15 (prendere a sx in direzione Fabriano). 
L’incrocio per Vallemontagnana arriva dopo poco più di un km, in località "Ponte dei tre fossi" (non lo saprete di esserci a meno che non vi portiate dietro una mappa dell'IGM; seguite la freccia blu che indica il paese a 4 km che fate prima) e spingetevi sulla la strada bianca che sale impassibile per più o meno 3 km.
Per essere precisi è una sterrata tutta rosa, come spesso succede a queste longitudini.
Non è una strada difficile, ma nemmeno facilissima; la pendenza è tutta tra l'8 e il 9%, il fondo, compatto e adatto anche alle bici da strada, quando ci sono passato io, mi ha dato l'impressione di essere stranamente appiccicoso. Ma forse era l'effetto delle piogge dei giorni precedenti, probabilmente la carreggiata era meno asciutta di quanto non sembrasse.

Dopo un km e mezzo vi troverete davanti un bivio. Sulla sinistra parte una strada in discesa che conduce al paese di Vallemontagnana, la strada apparentemente principale continua diritta in salita.Consiglio di proseguire diritti: la strada continua a salire regolare fino alla punta della collina detta La Lama. Qui si ricongiunge con la variante di Vallemontagnana. A meno che non vogliate dissetarvi alla fontana all'uscita del paese, non ha molto senso prendere a sx: si fa più strada, si fa più dislivello e presto la terra cede il posto all'asfalto




Post più popolari