Isola San Biagio da Montefortino (da Pedalare con lentezza)




L’altimetria della salita di Isola San Biagio, con tratti impegnativi ripagati dalla bellezza del paesaggio e dalla sensazione di essere fuori dal tempo. 





Distance: 6.2 km
Elev Gain: 450 m
Ascent: 455 m
AVG Grade: 7.2% 
Max Grade: 13%
Min Elevation: 507 m
Max Elevation: 940 m
Climb Category: 2




Sulla strada tra Montefortino e  la Gola dell'Infernaccio c'è il bivio per Rubbiano-Isola San Biagio. Poco più avanti inizia la salita. 
per non aumentare il caos in rete lascio la  parola a Fabio Marziali che di questa salita ha completato la recensione sul suo blog Pedalare con lentezza nell’articolo Il respiro della montagna. La Sibilla e Isola San Biagio. Io invece l'ho fatta ca 40 volte, ma sempre alla guida di un pulmino FIAT 238.
Non è lunghissima, ma presenta tratti impegnativi, ripagati appieno dalla bellezza del paesaggio e dalla sensazione di essere fuori dal tempo. Poco dopo l’inizio della salita possiamo già osservare sulla sinistra Montefortino da un’angolazione poco conosciuta, perché anche chi frequenta queste zone difficilmente avrà percorso questa strada, che rimane comunque poco trafficata. [...]
In piena estate, nei giorni festivi è possibile incontrare qualche auto piena di turisti che ti guardano con ammirazione scalare fuori sella i tornanti, dove l’autista è costretto a inserire la seconda marcia. 
Il panorama si fa sempre più esteso e l’asfalto corre sempre più lento sotto le ruote, mentre, per distogliere la mente dalla sofferenza, osserviamo gli asini e le mucche che pascolano in prossimità di una fattoria.
 Ancora qualche tornante e raggiungiamo un punto di svalico, con un piccolo tratto di respiro che porta al bivio per Rubbiano.Svolta secca a sinistra per Isola San Biagio e si va ancora in salita, sempre dura. [...]
Dopo la curva a destra inizia il tratto più bello, quello forse più impegnativo, ma carico di soddisfazioni. A sinistra la vista che corre all’infinito sulla moltitudine di colline e paesetti fino al mare, a destra i prati verdi che si stagliano contro il cielo azzurro, davanti la striscia di asfalto che si insinua lentamente tra le pieghe della montagna. Poco prima di arrivare ad Isola San Biagio la strada percorre qualche tratto in sali-scendi, per poi spianare in prossimità del centro abitato, dove troviamo una fontana che d’estate si rivela provvidenziale.

Per le foto, le altimetrie, i suggerimenti riguardo all'itinerario e le indicazioni dei punti acqua leggete il post originale su Pedalare con lentezza

Post più popolari