Castelletta da Valtreara


«La cima Scarponi si chiama Castelletta, è dalle parti di casa mia, ed è lì che mi testo»



Distance: 6.4 km
Elev. Gain: 434 m
Avg Grade: 6.8%
Max Grade: 11 %
Min Elev: 241 m
Max Elev: 675 m
Climb Category: GPM 2



Per dirla giusta la Cima Scarponi sarà questa, ma la salita è quella che si prende dall'altra parte, da Serra San Quirico. In questo post, invece, si parla del versante fabrianese. Sarebbe più corretto dire "ex versante fabrianese", visto che i lavori per il raddoppio della SS76 hanno tagliato ormai molti anni fa la provinciale 256 Muccese e alla base di questa salita ci si può arrivare solo dalla Gola di Frasassi, dopo aver attraversato Valtreara.

Per quanto frequentato, non è mai stato più di un lato B, ma oggi è ancora di meno, diciamo un B2 o un "B girone est". Di lato C non si può parlare, perché un lato C esiste veramente ed è quello che sale a Castelletta da Grotte (vedi qui, dal 19/1/19).
Premetto che ho perso il conto di quante volte l'ho percorsa in discesa, ma in salita l'ho fatta una volta sola, quindi consiglio di non fidarvi troppo di quanto scriverò:

Superata la frazione di Valtreara, proseguendo sulla vecchia statale che corre parallela alla S.S. 76 non si può sbagliare: uno sbarramento vi impedisce di continuare a risalire la Vallesina e vi costringe a seguire sulla sx l'indicazione per Castelletta. 
La strada sale per 6.5 km sul fianco della montagna con lunghi rettilinei spezzati a metà da una sequenza di quattro tornanti. Il terzo drittone misura quasi 2 km. 
La pendenza della salita si mantiene piuttosto costante tra il 6 e l'8%, meno dura di quanto non sembri scendendo.
L'ultimo tornante è a 500 m dal valico e dal "bel prato sommitale, ideale per i picnic, vista la possibilità di parcheggio e di cuocere bistecche subito dopo il valico.[...] Di fronte a voi si erge la cima del Monte Revellone, con la sua falesia per l`arrampicata, sulla destra la strada bianca che porta ai prati di Poggio San Romualdo; appena dopo il valico si scopre il paese di Castelletta e nelle giornate terse si vede tutta la Vallesina fino al mare con i numerosi paesi più o meno fortificati che si ergono sui colli, caratteristica peculiare delle Marche."

Se non vi ho convinto potete  fare un confronto con la recensione di Pelorandom, dalla quale ho tratto le ultime righe, e guardarvi qualche bella foto delle sue.


"Poco ombreggiata la mattina presto, decisamente assolata per tutto il resto della giornata",  l'ultima volta che sono passato di qua, a fine dicembre 2018, il clima era un po' rigido, ma, sotto la brina ho apprezzato un'asfalto ancora più che decente.





Commenti