Casone (Montefano)









Start: Valle del Fiumicello 
Distance: 1.3 km
Elev. Gain: 151 m
Avg Grade: 11.6%
Max Grade: 18%
Min Elev: 80 m
Max Elev: 128 m
Climb Category: GPM 4
Fondo: Asfalto 
Strava Segment: 22462302


Siamo a Montefano (MC), ma potremmo essere ovunque nelle Marche. Su questa strada in piena campagna che, senza curva alcuna, aggredisce la collina senza compromessi.
Nemmeno il toponimo può distinguerla: Casone è troppo diffuso, troppo banale.
Casa in latino voleva dire "capanna", nel latino medievale assume il significato di «luogo fortificato, porticato, rustico»; ovviamente ce ne sono tanti di toponimi simili, distribuiti, uniformemente, in tutta la Regione: Casale, Casone, Casine, spesso Case bruciate, Casa rotta. I nomi di luogo forniscono informazioni sui nuclei abitati scomparsi che non sempre si possono reperire sui documenti.
Mi piace cercare, fintanto che pedalo, segni delle antiche attività industriali, formulare ipotesi sulle coltivazioni praticate nei secoli passati e sull’aspetto naturale di un certo luogo, della fauna e delle piante dominanti.
Personalmente, ho imparato che quando leggo il nome "casa" o sala i vari sala e salette, tracce dei più antichi insediamenti longobardi, sono ai piedi di una bella salita

La salita di Casone è la più tipica delle coste marchigiane: standard nel nome, nella lunghezza, nel dislivello e nelle pendenze (rispettivamente: oltre un chilometro, oltre 150 m, oltre il 15%).
Di solito si arriva a Montefano attraverso le pendenze dolci della SP 361. Casone è una delle tante salite che tagliano corto. Disegnata sull'aspro versante nord della collina, collega in linea retta Filottrano e Montefano. 
Per la precisione la strada comincia da via fratte, la strada (si può dire dissodata?) di fondovalle del torrente Fiumicello; arrivati nel quadrivio verso San Biagio di Filottrano si prende verso sud. 
Attaversata la breve pianura valliva una curva a destra immette sulla rampa. 
Se si va dritti in Contrada Casone c'è una salita simile ancora sterrata, vivamente sconsigliata. 
La salita di Casone è divisa in due muri, interrotti da una breve discesetta. Il primo inizia nel punto ritratto nella foto d'apertura e finisce nel punto indicato qua sotto.
Sono 400 m al 14%. I primi cento metri sono ciechi, poi le pendenze si mostrano in tutta la loro insolenza. La collina è fatta con la squadra, troviamo pendenze regolari per tutto questo primo male. Un picco al 17% giusto in corrispondenza del bivio.


Arrivati al bivio si svolta a sx e per 200m (vedi foto) le pendenze danno tregua, addirittura attraversato Casone si incontra un tratto in discesa. La perdita di quota si paga negli ultimi 700 metri che, progressivamente, aumentano di difficoltà mano a mano che ci si avvicina alla cresta.
In questo tratto, al centro, il Garmin ha indicato 20%, un po' troppo, forse. Dove finisca la salita lo si vede bene negli ultimi 700 metri: bisogna arrivare in cresta e immettersi nella Strada Provinciale senza numero che collega Montefano a Osteria Nuova; il confluente è esattamente davanti al cimitero comunale. Anche questo un classico.

Il mondo non finisce in cima., solo la salita
si noti sulla sinistra il cimitero



un bell'articolo sui toponimi longobardi: Note di toponomastica sugli insediamenti longobardi (da federarcheo.it )

E uno sui Longobardi nel fabrianese di Federico Uncini





I


-----------------------

Commenti