Passa ai contenuti principali

Post

In evidenza

Giro delle tre Regioni 3.0: dal Cippo al Passo della Spugna

Il Sasso chiamato Simone naviga sotto le stelle, sul confine tra Marche e Toscana, solitario tra i grilli e un mare di querce nel vento. Sembra una portaerei, con gigantesche murate e una lunga pista sulla sommità. I toscani fortificarono questo bastione naturale per tenere a bada i signori del Montefeltro e le loro rocche di San Marino, Sant'Agata e San Leo. Ma presto lo abbandonarono, per assenza di sorgenti e strade, e oggi la foresta s'è mangiata tutto, le pietre sono appena visibili nell'erba alta. Sul paese-fantasma è rimasta solo una gran croce in ferro, perfetto acchiappafulmini nei giorni di temporale.
Al mattino dopo l'auto sale nella boscaglia sopra Pennabilli in un forte odore di aglio selvatico. Sui tornanti, paracarri tozzi, quasi megalitici. In fondo, il Sasso, in un'aria liquida che lo avvicina come una lente d'ingrandimento. [...]
Sasso Simone è la boa di una regata. Persino i confini gli fanno ressa intorno. Emilia-Romagna, Umbria, Toscana e Mar…

Ultimi post

Strade più belle delle Marche: Il taglio Recanati-San Severino-Passo della Cappella

Montelupone - Contrada Maffeo

albumciclismo: La Tirreno è dell'Adriatico

La Tirreno Adriatico 2018 è un Giro delle Marche

Pedologia

Chiavellara

11° tappa Assisi-Osimo

Costa di Ghergo vs Muro di Filottrano

via Olimpia e Scatto di Argentin