La Tirreno Adriatico 2018 è un Giro delle Marche

Stage #6 Ostra  (c) Daniele Silvi
Evidentemente nel 2018 RCS Sport ha deciso che era ora di risarcire la regione di tanti anni di delusione.
Quattro tappe interamente marchigiane: una di montagna (non è il maledetto San Vicino, quindi, a meno di cataclismi, l'arrivo non salterà), una dei muri, una per velocisti/fughe, oltre alla classica cronometro lungo la Riviera delle Palme. 
Ecce vobis un primo sommario, con annessa analisi delle salite, poi rileggetevi su albumciclismo: Mura, fossi, campanili, panoramiche e poggi...:




Stage #4 Foligno - Sassotetto - 10 marzo 2018


È la tappa regina. Prima di arrivare in una Sassotetto si spera innevata ci sono molte altre salitelle. Da un primo calcolo, in 219 km di tappa ci risultano 5300-5500 m di dislivello. Non pochi direi!
  1. Valico di Colfiorito 
  2. San Ginesio
  3. Gualdo
  4. Sant'Angelo in Pontano 
  5. Penna San Giovanni che non è male
  6. Monte San Martino (bivio Gallo)
  7. Valico di Rustici
  8. Sassotetto 

Solo San Ginesio, Gualdo e Penna San Giovanni sono classificate GPM. Il tracciato "si presenta estremamente articolato sia altimetricamente che planimetricamente. Si svolge prevalentemente su strade con fondo da buono a leggermente usurato e dalla carreggiata di media dimensione" Non si arriva al valico sopra Sassotetto, ma solo alla stazione sciistica; la parte più dura della salita c'è comunque tutta. I dati del sito ufficiale (Sassotetto da Sarnano di 14.2 km al 5.8% di media) non sono veritieri: considerano anche i due chilometri in sostanziale discesa dopo Sarnano. Chi conosce la salita sa bene che dopo la Fonte dei Brilli non c'è neanche un metro al 5.8%. La salita finale è lunga  poco più di 12 km e la pendenza è poco meno dell'8%

Stage #5 Castelraimondo - Filottrano - 11 marzo 2018

Stage#5 si passa per Morrovalle (c) Pic Getti 
È la tappa dei Muri gentile. Senza grandi esagerazioni (purtroppo), ma abbastanza dura da far vincere solo gente forte, più o meno come quella dell'anno scorso a Fermo. Avremo in ordine
  1. Montelupone (Contrada Maffeo) la parallela al Muro, ma praticamente uguale al Muro
  2. Castelfidardo (arrivo Giro 2011, non è nemmeno un GPM)
  3. Osimo (vi saprò dire, ma da sud veri muri non ci sono)
  4. tripla Costa di Ghergo
Sarebbe tutta discesa per raggiungere il lungomare. La deviazione per Montelupone è una cattiveria gratuita. Si affrontano quindi Castelfidardo e Osimo per entrare infine nel circuito di Filottrano di 16.1 km da ripetere due volte. Ultimi chilometri misti. Ai 5 km dall’arrivo si affronta per la terza volta la Costa di Ghergo (definita Muro di Filottrano, con pendenze fino al 15%), poi discesa impegnativa (questo aggettivo tratto dalla presentazione ufficiale mi torna poco) e risalita di media pendenza fino all’arrivo.

Stage #6 Numana - Fano - 12 marzo 2018

Se questa è una tappa per velocisti, se la dovranno sudare. Tappa molto ondulata nei primi 100 km, alla fine ci sono 50 km piatti. A me risultano quasi 2400 m di dislivello. Spiccano, tra i tanti saliscendi, le salite di:
  1. Sappanico - Monte degli Elci
  2. Vallone di Offagna
  3. Ostra


Post più popolari